NOTANGEST

Back Home
2008-Tavolo concertazione Provincia e Comuni
Venerdì 29 Febbraio 2008 00:00

2008-Tavolo concertazione Provincia e Comuni

Il 6 maggio del 2008 viene istituito un “tavolo di concertazione” o "comitato di pilotaggio" tra provincia e comuni, che dovrebbe collaborare col politecnico di Torino per la realizzazione del progetto di pre-fattibilità dell’autostrada.
Il Politecnico e il tavolo di pilotaggio: 'Entro cinque mesi il tracciato ideale'.

Il coordinamento no tangest critica la scarsa informazione fornita dai sindaci e dalla provincia sull’andamento degli incontri: non vengono effettuati incontri pubblici per presentare l’opera e interpellare la popolazione interessata, e buona parte degli amministratori comunali e provinciali si guardano bene dal rispondere alle nostre lettere a riguardo, dove chiediamo partecipazione e confronto.
L’unica risposta ufficiale arriva dal sindaco di Marentino, ed è un rifiuto, con tono arrogante, a fornirci informazioni.

Durante i lavori del tavolo di concertazione,l’unico sindaco a chiedere insistentemente spiegazioni sul perché dell’opera e a dichiararsi contrario alla sua realizzazione, se non ne viene provata l’utilità, è Vidotto (Montaldo Torinese).

La sua posizione viene scarsamente considerata e osteggiata durante i lavori, e gli stessi giornali danno poco o nullo spazio alle sue dichiarazioni, (altre dichiarazioni del sindaco di Montaldo durante iniziativa Notangest del 28/5/08) tanto da portarlo a mostrarsi imbavagliato in alcune foto pubblicate dal Corriere di Chieri per potere finalmente avere lo spazio per comunicare il suo punto di vista.
Anche semplici cittadini esprimono solidarietà al sindaco di Montaldo.

Il Politecnico intanto procede nella preparazione del progetto di pre-fattibilità: richiede ai comuni di indicare le criticità delle zone interessate dall’opera e i punti di maggior pregio da salvaguardare. Vidotto obietta che comuni piccoli non hanno a disposizione un ufficio tecnico in grado di elaborare studi approfonditi su falde acquifere, zone a rischio di dissesti idro-geologici, e non è chiaro in base a quali criteri vadano definite le zone di maggior pregio.

I no tangest chiedono che venga interessata la popolazione nella definizione delle aree da salvaguardare, ovviamente le nostre richieste, come quelle presentate in conferenza stampa del 20 settembre 2008 in occasione della prima marcia notangest, e le obiezioni di Vidotto non vengono raccolte.

Le conclusioni del comitato di pilotaggio, il verbale..

Ultimo aggiornamento Martedì 22 Febbraio 2011 11:18
 

© 2020 NOTANGEST
Joomla! is Free Software released under the GNU General Public License.
Mobile version by Mobile Joomla!